Come Scegliere un Frullatore ?>

Come Scegliere un Frullatore

Semplice dire “frullatore”. Ma in realtà la scelta di un apparecchio di questo tipo è più complessa di quanto sembri, anche in virtù delle differenti tipologie di prodotti disponibili sul mercato. Per prima cosa è importante stabilire, in base alle vostre esigenze, se indirizzarvi verso un modello da tavolo, più stabile e versatile ma più ingombrante e costoso, oppure se optare per quello a immersione, adatto per frullare solo alcune tipologie di cibi ma più economico e semplice da riporre per chi ha poco spazio in cucina.

Materiali di qualità
Il primo elemento da tenere in considerazione nella scelta è il materiale utilizzato per la scocca del frullatore, perché la plastica (anche se di qualità) tende a essere meno resistente rispetto al metallo spazzolato, che garantisce anche una migliore dispersione del calore generato dal movimento delle lame.

L’importanza del materiale riguarda anche la caraffa, che può essere di plastica, più resistente alle eventuali cadute ma soggetta a deteriorarsi più facilmente, oppure di vetro, più delicato in caso di urti ma perfetto per conservare in modo più igienico i frullati. Anche le dimensioni della caraffa vanno valutate attentamente, per non pentirsi di aver optato per un modello troppo piccolo.

Tenete poi in considerazione, sempre per la caraffa, l’eventuale presenza di un manico, che agevoli l’operazione di versamento del liquido, e di un coperchio con un foro per l’inserimento di altri ingredienti mentre il frullatore è in funzione. Si tratta di piccoli accorgimenti che però possono rendere più confortevole l’utilizzo di un prodotto di questo tipo.

Per tritare ogni tipo di cibo
Un altro aspetto basilare è la potenza del motore, che determina la capacità dell’apparecchio di tritare anche alimenti con una consistenza più dura, come ad esempio il ghiaccio. Scegliendo modelli sopra i 400 Watt avrete la certezza di prestazioni di buon livello e basso rischio di surriscaldamento del corpo macchina. Frullatori con potenza inferiore, invece, sebbene costino meno potrebbero lasciarvi con risultati non all’altezza delle vostre aspettative. Ovviamente è importante ricordare che il frullatore non è una centrifuga, relativamente a cui è possibile vedere il sito Centrifugaok.com, visto che ha uno scopo diverso.

La potenza del motore influisce anche sulla rotazione delle lame: i modelli più performanti (e costosi) permettono di selezionare tra diverse velocità, ognuna indicata per un particolare tipo di cibo. Le lame sono ormai tutte in acciaio Inox, che rappresenta lo standard sui frullatori di qualunque fascia di prezzo.

Sicurezza e stabilità
Un’altra caratteristica da non sottovalutare è quella legata alla sicurezza che l’elettrodomestico è in grado di assicurare. E non ci riferiamo esclusivamente alla funzione che impedisce l’avviamento del frullatore se le sue componenti non sono agganciate e chiuse in modo perfetto. Questo aspetto, infatti, è da considerarsi uno standard anche sui modelli più economici.

Parliamo della stabilità assicurata da una base ampia e dotata di piedini in gomma antiscivolo e della capacità di operare senza produrre vibrazioni eccessive, che costringano a tenere fermo il frullatore con entrambe le mani. Un prodotto che soddisfi queste caratteristiche vi permetterà di utilizzarlo anche più volte al giorno senza alcun problema.

Un ulteriore valore aggiunto è rappresentato dalla semplicità con cui si smontano i vari pezzi, per pulirli, magari anche in lavatrice.

Conclusioni
Qui di seguito abbiamo messo in comparazione i migliori frullatori da tavolo, con l’aggiunta di quello che, secondo noi, è il modello da immersione con il più convincente rapporto tra qualità e prezzo. In questo modo, leggendo le nostre recensioni, avrete una veloce panoramica sulle offerte online per farvi un’idea di quale tra questi elettrodomestici soddisfi al meglio le vostre esigenze.

Migliori frullatori
Duronic BL1200
Qualità dei materiali, potenza del motore e capienza della caraffa. Sono queste le caratteristiche di spicco di quello che, secondo noi, è il miglior frullatore perché capace di assicurare prestazioni davvero sorprendenti.

Le qualità del modello di Duronic si evidenziano osservandone le dimensioni importanti, la base in acciaio Inox, la caraffa in vetro con una capienza di 1,8 litri e soprattutto valutando le elevate performance del motore da 1200 Watt. Grazie alla potenza che è in grado di sprigionare, è possibile utilizzare questo frullatore davvero a 360 gradi, grazie alla regolazione della velocità. Tra le caratteristiche che hanno convinto molti utenti ad acquistarlo ci sono le tre funzioni pre-programmate: una specifica per i frullati, una per tritare il ghiaccio e una per effettuare il lavaggio automatico della caraffa.

La potenza non sarebbe sufficiente se non fosse abbinata a lame in acciaio Inox di qualità. Per fortuna quelle del BL1200 sono di ottima fattura e riescono a sminuzzare e frullare alimenti di ogni tipo senza apparente fatica e in tempi brevi. La recensione di questo frullatore non può che concludersi con la valutazione del prezzo, che è alto ma assolutamente proporzionato a prestazioni e qualità dei materiali utilizzati.

Philips Daily Collection HR2100/00
Il modello che occupa il secondo posto della nostra classifica per aiutarvi a scegliere quale frullatore acquistare si differenzia piuttosto nettamente dall’apparecchio che abbiamo scelto come migliore. La differenza sostanziale è legata al prezzo, visto che il Daily Collection è un prodotto della fascia bassa di mercato.

Realizzato interamente in plastica e dal design tradizionale, mette in mostra una buona stabilità e soprattutto quattro lame in acciaio Inox con angolazioni differenti così da produrre frullati uniformi e senza grumi. La caraffa ha una capienza di un litro e mezzo mentre il motore eroga 400 Watt di potenza e viaggia a due differenti velocità.

Un prodotto di questo tipo è in grado di soddisfare le esigenze di chi ne prevede un utilizzo esclusivamente come frullatore e comunque con liquidi o alimenti morbidi mentre non è idoneo per sminuzzare cibi più duri. Anche confrontando il prezzo con quelli dei prodotti analoghi, questo modello risulta davvero economico e, inoltre, Philips è una delle migliori marche di frullatori presenti sul mercato.

Kenwood BL470
Se siete indecisi e non avete idea di come scegliere un buon frullatore, cominciate a valutare che tipo di utilizzo pensate di farne. Se non volete limitarvi a mousse e frappé, allora avete bisogno di un modello che faccia da tritatutto, dotato di un motore abbastanza potente e di lame affilate.

Entrambe queste caratteristiche sono presenti nel modello di Kenwood, il cui motore sprigiona una potenza di 600 Watt, così da permettere di selezionare la giusta velocità a seconda di ciò che volete sminuzzare: dal ghiaccio alla frutta secca, passando naturalmente per gli alimenti più morbidi.

Molto comoda la possibilità di smontare le varie parti così da renderne più semplice la pulizia (anche in lavastoviglie). La caraffa è ampia ed è realizzata in plexiglass. Alcuni utenti hanno apprezzato particolarmente che nella confezione sia incluso anche un mini tritatutto, pensato per essere utilizzato per piccole quantità di ingredienti, come ad esempio chicchi di caffè o nocciole. Il prezzo di vendita è quello di un prodotto di fascia media che, valutandone performance e qualità generale, ci sentiamo di consigliare a chi cerca un frullatore ma non vuole spendere una fortuna.

Imetec Professional Serie BL 7789
Se pensate che nella scelta di un frullatore anche l’estetica rappresenti una discriminante da tenere in assoluta considerazione, questo modello di Imetec sfoggia un design piacevolmente originale. Merito della base cilindrica in acciaio satinato, con inserti in plastica nera e caraffa in vetro con maniglia, per agevolare l’operazione di versamento degli ingredienti frullati.

La caraffa ha una capienza di 800 ml, il suo coperchio è dotato di un foro per l’eventuale aggiunta di liquidi durante la lavorazione e le quattro lame sono in acciaio Inox. La potenza erogata dal motore è di 300 Watt, non moltissimi in assoluto ma comunque efficaci anche per tritare il ghiaccio. Il rovescio della medaglia è che l’Imetec, considerate le dimensioni contenute, vibra parecchio durante l’utilizzo, perciò è necessario tenerlo saldamente con le mani.

Le lame sono estraibili così da agevolarne la pulizia mentre l’ingombro limitato del frullatore consente di trovargli facilmente posto anche nelle cucine che offrono spazi esigui. Per questo motivo si tratta di un prodotto di cui consigliamo l’acquisto a chi vive da solo o comunque a chi non ha esigenze di frullare grandi quantità di alimenti.

Bosch MSM64110
Rispetto agli altri apparecchi presenti nella nostra guida per scegliere il miglior frullatore venduto online, il Bosch differisce perché si tratta di un modello a immersione, perciò concettualmente molto diverso dagli altri.

Comodo e leggero da utilizzare, ha la barra e le lame in acciaio Inox mentre il resto della struttura è in plastica. Fa eccezione l’impugnatura in gomma antiscivolo che ospita i due tasti di accensione: uno per la velocità normale, l’altra per quella turbo. Il motore sfoggia una potenza di 450 Watt, più che adeguata per frullare dalla verdura alla carne cotta e la barra in acciaio non ha alcun problema a essere immersa anche in alimenti bollenti, come ad esempio una zuppa.

Il peso inferiore al chilogrammo e l’ergonomia del manico rendono l’utilizzo agevole e poco stancante per mano e braccio. La rumorosità è nella norma e il sistema di aggancio impeccabile. In confezione è incluso un bicchiere graduato da 600 ml in plastica. A nostro giudizio, considerato anche il prezzo a cui viene offerto, si tratta di una scelta oculata e che ci sentiamo di consigliarvi se cercate un frullatore a immersione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *